Ciurma! Tanta è la gioja e l'ebbrezza nel presentarvi il primo discorso ufficiale della nostra Pappessa Scialatiella Piccante I ai Pastafariani del globo terracqueo!

A seguire 90 minuti di applausi e brindisi!!!

Carissim* Pastafarian*,

sin dal giorno del suo insediamento, avvenuto il 26 novembre scorso, il Concistoro ha iniziato a lavorare su uno dei suoi primi compiti: l’elezione della massima carica spirituale della nostra amata Chiesa.

Come potete immaginare, anche questa volta il Prodigioso Spaghetto Volante ( PSV ) non si è palesato e, come al solito, ci siamo dovuti arrangiare.

Oggi, in questo festoso giorno dell’Immacolata Colazione, dopo giorni di riflessione e preghiere i membri si sono riuniti per un confronto che ha portato a convergere su un solo nome.

A nome del Concistoro dichiaro quindi con gioja

Scialatella Piccante Emanuela Marmo Pappessa della Chiesa Pastafariana Italiana

Scambiatevi una birra alla sua salute! RAmen

Marco Miglianti, Presidente dell’associazione religiosa Chiesa Pastafariana Italiana

Se il Prodigioso Spaghetto Volante si riavesse dalla divina sbornia, si stupirebbe moltissimo del fatto che le donne non siano ancora libere.

Si stupirebbe di constatare che, nella realtà concreta, esse non hanno pari diritti nel mondo del lavoro, che il lavoro tramuta la maternità in un ostacolo o in un problema, che siano oggetto di attenzioni sessuali non gradite, che siano violentate o discriminate, che siano moralmente condannate se non desiderano avere figli o se vivono con disinibizione la propria sessualità.

Ecco, il Prodigioso Spaghetto Volante si scandalizzerebbe.


In effetti, anche noi pastafarian* siamo perpless* di fronte ad alcune incoerenze.

Se la maternità è un dono, allora perché viverla come una malattia o perché, in quanto lavoratrici, esserne penalizzate? Se la sessualità è piacere, ma anche responsabilità, allora perché non introdurre nelle scuole un'educazione alla sessualità, al rispetto del proprio e dell'altrui corpo? Se la donna è davvero una persona e non un contenitore di progetti e volontà altrui, perché non può stabilire se e quando avere figli? Se l'aborto è un'esperienza dolorosa, difficile, perché non favorire alternative come la contraccezione farmacologica? Perché non agevolare l'accesso alla pillola RU486?


Se il Prodigioso Spaghetto Volante si fosse riavuto dalla sua divina sbronza proprio sabato 26 novembre, di certo si sarebbe compiaciuto di vedere la sua Chiesa partecipare al corteo “Non Una di meno”.

Avrebbe visto una manifestazione potente, avrebbe fatto Egli stesso carico di energia nell'apprezzare lo scambio di buone pratiche. Avrebbe visto tanti e tante, uomini e donne di ogni età, provenienza e appartenenza, fianco a fianco per costruire un mondo nuovo, determinato da un altro genere di relazione tra uomini e donne. Sarebbe stato contento di vedere i suoi pirati consci che non basta piangere eventi passati: sono necessari appuntamenti a larga scala, capillari, per spingere la società a bendare l'occhio stolto e aprire la mente alla ricerca di soluzioni. La violenza sulle donne, che ha origini strutturali specifiche, esige soluzioni pertinenti e un dibattito focalizzato.


Alla Chiesa Pastafariana Italiana appare evidente e naturalissima la differenza tra persone; proprio sulla base di tale differenza non esistono differenze tra pirat*. Auspicando allora che pari opportunità ci siano tra i cittadini tutti, la CPI ha aderito alla manifestazione assumendosi un compito importante: dare il buon esempio a quelle organizzazioni religiose che utilizzano la propria influenza per conservare dettami, presentati come condizioni per una società morale, ma che alla prova dei fatti producono disparità e conflitti. Lo conferma – e lo vediamo persino con un occhio solo – il numero spaventoso di donne vilipese e violentate in quanto donne, discriminate in quanto donne.

La Chiesa Pastafariana Italiana non vuole donne “assolte”, vuole donne risolte, ovvero libere. Ha fede nella loro capacità di decidere e organizzarsi in merito a se stesse, per tale ragione non ha aderito al corteo per mera solidarietà, ha voluto dare unzione sacra e pennedizione alla azioni civili e politiche che da queste giornate si stanno dipanando, sviluppando non un memoriale, bensì un articolato programma.


Anche noi useremo la nostra influenza: condiremo, amalgameremo, scaldaremo il prodigioso lavoro delle associazioni, dei collettivi, dei movimenti che si stanno adoperando affinché non capitino più situazioni paradossali come quella dell'affermazione di una legge e della sua contemporanea impraticabilità, a causa dell'obiezione incosciente a tasso di strumentalizzazione del 90% [ogni riferimento alle legge 194/78 è voluta].

Riteniamo sia il momento di raccogliersi per far sì che il Piano straordinario contro la violenza sessuale e di genere, proposto come modo di istituzionalizzare i centri anti-violenza, non si traduca in un tentativo di estromettere le competenze e la storia di chi quei centri ha visto sorgere e li ha gestiti facendoli funzionare. Chiediamo che abbia peso politico l'esperienza femminista, che questa sia impiegata come opportunità di liberazione anche del genere maschile, altrettanto bisognoso di sottrarsi a stereotipi che lo privano di umanità, avvalorandolo e legittimandolo solo nelle posizioni di comando, che spesso si traducono in posizioni di abuso.


Il PSV contempla nel Vulcano di birra uno spettacolo eterno. Spogliarellist* si avvicendano in una danza eterna. Hanno tutt* scelto di farlo, ciascun* smette quando vuole, ama il proprio corpo, adora scivolare nella musica. Nessun* sfrutta, nessun* usa, nessun* deride. La gioia di un* è presupposto della gioia dell'altr*.

Il nostro paradiso, privo di servitù e di gerarchie, ispiri i progetti umani da edificare in terra.

Come nel Vulcano di birra così in terra. Ramen.

Siamo lieti di inaugurare lo SHOP ONLINE della Chiesa Pastafariana Italiana con un birraviglioso sconto del 20% su tutti i prodotti, valido da oggi fino al 28 novembre.


Il codice per ottenere lo sconto è BFRIDAY da inserire al momento di chiusura dell’ordine.

Fate un regalo a* vostr* compagn* di scorribande, ai vostri familiari o a voi stessi e saccheggiate lo shop finché lo sconto è valido.

INFO utili

- Per ogni prodotto venduto la nostra amata Chiesa riceverà circa 3 euro che investirà per il percorso di riconoscimento ufficiale della CPI;
- I prodotti sono personalizzabili: potete scegliere il modello, il colore, la taglia, modificare le dimensioni dell’immagine e anche posizionarla dove più vi piace;
- Se si comprano almeno 3 prodotti non si pagano le spese di spedizione, quindi vi invitiamo a organizzarvi in pannocchia con altr* frittell* per risparmiare;
- Per qualsiasi motivo (non indossano bene, non vi piacciono) i prodotti possono essere resi. Potrete chiedere la sostituzione o il rimborso. In ogni caso l’unico costo che dovrete sostenere sarà la spedizione del reso;
- Abbiamo inserito solo magliette e felpe perché le abbiamo testate e sono risultate molto valide. Potete comunque applicare le immagini su borse, cover per alcuni Smartphone e altro dal catalogo Tostadora.

 

 

Evento terminato.

 

Liberi VERSO il Vulcano

 

 

 

 

 

Regolamento elettorale per il rinnovo delle cariche associative per il periodo 2016-2018

1 - Premessa
Lo statuto dell’associazione Chiesa Pastafariana Italiana (in seguito denominata CPI) disciplina nel suo articolo 7 comma 4 la durata del Concistoro che al momento della scrittura di questo regolamento è di due anni. Nello stesso articolo comma 2 assegna al Concistoro il compito di scrivere le regole per l’elezione dei nuovi Scardinali e Probiviri.
Per "elettore" e "candidato" si intende una persona fisica, a prescindere dal suo genere.

2 - Regole generali
a - Le elezioni dei nuovi componenti saranno annunciate il giovedì 15 settembre 2016 (inizio fase elettorale). Inizieranno il lunedì 17 ottobre 2016 e termineranno alle ore 24:00 del giorno lunedì 21 novembre 2016 (ovvero alla fine del giorno)
b - Garante del buon funzionamento delle elezioni è il Concistoro in carica che ne curerà l’organizzazione e lo scrutinio. Potrà avvalersi di persone di fiducia che dovrà comunicare al Collegio dei Probiviri entro il lunedì 17 ottobre 2016. Il Collegio dei Probiviri potrà richiedere in qualsiasi momento della fase elettorale informazioni sullo svolgimento della stessa.
c - L’organizzatore dovrà dare notizia dell’inizio della fase elettorale sulle pagine web e pagine e gruppi facebook della CPI specificandone le modalità, ovvero pubblicando questo regolamento.
d - Per dare la possibilità a tutti i soci di esprimere il proprio voto le elezioni dovranno essere svolte servendosi di ausilio telematico scelto dall’organizzatore.
e - Qualora intervengano problematiche che non ne consentano lo svolgimento nei termini stabiliti il Concistoro rimarrà in carica al solo scopo di consentire lo svolgimento delle stesse e con i soli compiti di normale amministrazione.
f - Qualsiasi comunicazione agli organizzatori dovrà essere indirizzata a documenti at pec.chiesapastafarianaitaliana.it. Le comunicazioni avvenute con altra modalità non saranno ritenute valide.

3 - Elettori
a - Sono tutti i soci della CPI in regola con il pagamento della quota annuale alle ore 00:00 del giorno in cui verrà resa pubblica la notizia dell’inizio della fase elettorale.
b - gli aventi diritto dovranno essere avvertiti dall’organizzatore tramite messaggio di posta elettronica entro il giorno lunedì 17 ottobre 2016.

4 - Candidati
a - Scardinali: possono candidarsi tutti i soci della CPI in regola con il pagamento della quota annuale al 31 agosto 2016.
b - Probiviri: (art. 10 comma 1 dello statuto della CPI) Il Collegio dei probiviri è costituito da tre soci eletti dall’Assemblea, che siano giunti almeno al terzo anno di iscrizione ovvero che siano soci fondatori dell'associazione, avendone firmato l’atto costitutivo, e che siano in regola con la quota associativa.
c - le candidature dovranno prevenire entro il giorno sabato 15 ottobre 2016.
d - I candidati dovranno inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dove specificano nome, cognome e Diocesi di appartenenza, ed una presentazione che contenga le attività che hanno svolto e che vorranno svolgere nel loro mandato per perseguire gli scopi dell’associazione. La mail dovrà inoltre contenere la frase “Do il mio consenso alla pubblicazione in pubblico del contenuto di questa mail. Acconsento inoltre all’affissione dei miei Nome e Cognome sui siti web e facebook della CPI qualora venissi eletto”.
e - Il Concistoro verificherà l'ammissibilità dei candidati e risponderà sempre tramite posta elettronica all'aspirante candidato confermando la sua candidatura o segnalando le ragioni della sua inammissibilità entro il giorno lunedì 17 ottobre 2016.
f - Per ogni candidato verrà creato, a cura di un amministratore del gruppo, un post nel gruppo facebook riservato ai soci della CPI – oggi denominato “CPI - Ciurma Pastafariana (Gruppo Soci)” – dove verrà copiato il contenuto della mail con cui si è candidato. In questo post gli elettori potranno fare domande ai candidati.

5 - Procedura di voto
a - Il voto sarà espresso in modo segreto.
b - Agli elettori dovranno essere presentate due schede elettorali in formato telematico - una per l'elezione degli Scardinali e una per l'elezione dei Probiviri - contenenti tutti i candidati elencati con cognome in ordine casuale.
c - Scardinali: l’elettore avrà la possibilità di esprimere un massimo di sette preferenze. Il sistema telematico non consentirà il voto con un numero maggiore di preferenze.
d - Probiviri: l’elettore avrà la possibilità di esprimere un massimo di tre preferenze. Il sistema telematico non consentirà il voto con un numero maggiore di preferenze.

6 - Scrutinio
a - Allo scrutinio dovranno essere presenti, ovvero connessi in modo telematico con programma informatico scelto dall'organizzatore che ne fornirà nome, caratteristiche e collegamento ipertestuale, almeno quattro componenti del Concistoro uscente e almeno un componente del Collegio dei Probiviri. In caso di impossibilità i membri del Concistoro potranno delegare un altro Scardinale.
b - Dovrà essere effettuato entro 48 ore dalla fine delle operazioni di voto.
c - Risulteranno eletti i sette candidati Scardinali e i 3 candidati Probiviri che hanno ottenuto più preferenze. In caso di parità di alcuni candidati, per poter arrivare al numero richiesto di componenti si seguirà il seguente criterio: data di iscrizione alla CPI in ordine crescente, età del candidato in ordine calante, cognome del candidato in ordine crescente.
d - Qualora un candidato si presentasse sia come Scardinale sia come Probiviro e risultasse eletto per entrambe le cariche, dovrà sceglierne una e comunicarla all'organizzatore entro il 23 novembre. Nell'altra carica verrà nominato il primo dei non eletti a quella carica. Qualora non lo comunichi verrà eletto nel ruolo per cui ha preso più voti e in caso di parità gli verrà assegnata la carica scelta dall'organizzatore.
e - A scrutinio effettuato i risultati dovranno essere immediatamente comunicati a tutti i candidati e dopo, ma entro 24 ore, resi pubblici tramite la pagina web e le pagine e gruppi facebook della CPI.
f - Eventuali contestazioni dovranno essere recapitate via email al Collegio dei Probiviri entro il giorno mercoledì 23 novembre 2016.
g - Se non ci saranno contestazioni i nuovi eletti entreranno in carica il giorno sabato 26 novembre 2016 e rimarranno in carica fino al 27 novembre 2018.